José K, torturato di Javier Ortiz

José K, torturato ©Rosanna Stefanelli

I Dragomanni sono lieti di annunciare la seconda uscita della sezione teatro: il monologo José K, torturato (José K, torturado) dello scrittore spagnolo Javier Ortiz, a cura di Marta Graziani (revisione di Stella Sacchini e Paola De Vergori; illustrazioni di Rosanna Stefanelli).

Ecco la quarta di copertina:

«C’è una bomba! Questo ha messo una bomba nella piazza per […] fare una carneficina!»
Hanno catturato José K, il terrorista José K. E bisogna farlo parlare prima che sia troppo tardi, con ogni mezzo. Bisogna torturarlo.
Siamo disposti a rifiutare questa necessità e opporci alla tortura? La nostra è davvero una scelta senza conseguenze o è solo l’inizio di molte altre rinunce?

1.COVER2_Rosanna stefanelliJavier Ortiz (1948-2009), spagnolo, fu giornalista, critico, saggista. Per il suo impegno antifranchista, fu arrestato e passò gli anni tra il 1974 e il 1975 in carcere, dove fu torturato dalla polizia.
Nel 1986 ottenne il Premio Internazionale della FAO per il suo lavoro sulla comunità di pescatori di El Palmar, nella Albufera di Valencia.
Ha pubblicato dieci libri di saggistica e un monologo teatrale,José K, torturado, presentato a Madrid nel 2005.
Il suo blog è ancora attivo e si può visitare all’indirizzo http://www.javierortiz.net/.

 

BANNER-XVI-animado_2

La traduzione di Marta Graziani è stata premiata, nel 2015, da EURODRAM, la rete europea di traduzione teatrale (inserita nella struttura della Maison d’Europe et d’Orient) che ha come obiettivo la diffusione ai professionisti e al pubblico di opere originali o tradotte, e pone particolare attenzione alla diversità linguistica.

Marta sarà anche presente al Salón internacional del libro teatral di Madrid.

L’ebook è disponibile nello Streetlib Store (ex Ultima Books), nel Kindle Store e in tutte le altre principali librerie virtuali al prezzo di € 4,99.

Annunci