Le donne esemplari

nefertiti

Nefertiti, regina d’Egitto e consorte di Amenofi IV/Akhenaton. Al suo fianco, Nefertiti regnò su quello che, senza dubbio, fu il periodo di massimo splendore nella  storia dell’Antico Egitto. Contribuì alla rivoluzione politica, religiosa, economica e culturale sostituendo il tradizionale politeismo egizio con il culto al dio Aton, di stampo monoteista. Leggendaria fu la sua bellezza. Si pensa che, dopo la morte di Akhenaton e prima dell’ascesa di Tutankhamon, Nefertiti abbia governato da sola con il nome di Smenkhara.

Saffo_1

Saffo (fine sec. 7° – prima metà sec. 6° a. C.), poetessa greca di Lesbo. La sua vita trascorse, dedicata esclusivamente alla poesia, in un tiaso dove, attorno a Saffo, si raccoglievano le fanciulle di Lesbo e straniere che esercitavano la poesia, la musica e la danza. Per queste fanciulle Saffo esprime nelle sue poesie sentimenti d’amore e se ne deduce che avesse relazioni con molte di loro. Ciò l’ha convertita nel simbolo dell’amore fra donne.

maria_blanchard1

María Blanchard (1881 – 1932), pittrice spagnola. La gran dama del Cubismo ebbe una vita tormentata e difficile anche a causa di una grave infermità fisica. Dopo aver studiato a Madrid soggiornò a Parigi (1906), dove si stabilì definitivamente nel 1916. Qui riuscì a dimenticare gli spagnoli superstiziosi che, a Salamanca e a Madrid, si facevano beffa della sua gobba e del suo aspetto. Tornò nel suo Paese allo scoppio del conflitto mondiale e qui partecipò all’esposizione dei Pintores Integros, organizzata da Ramón Gómez de la Serna. Subito dopo, si trasferì nuovamente a Parigi, dove venne accolta e acclamata dagli artisti che affollavano i cafè di Montparnasse. Il pittore messicano Diego de Rivera, suo grande amico e compagno di viaggi, disse di lei: «Il suo passaggio nel Cubismo ha prodotto le migliori opere d’arte di questa corrente, all’altezza di quelle del nostro maestro Picasso».

maruja mallo

Maruja Mallo (Viveiro, 1902 – Madrid, 1995), pittrice spagnola contemporanea. È considerata “la trasgressiva del ‘27”. Artista dalla geniale capacità inventiva e creativa, fu al tempo stesso una personalità straordinaria e singolare. Pioniera della pittura, fu anche un’anticipatrice del femminismo, nella sua costante volontà di rottura con i pregiudizi estetici ed etici del suo tempo.

 

jineth bedoyaJineth Bedoya (Colombia, 1974), giornalista. Nel 2000 è stata sequestrata, torturata, violentata e abbandonata, nuda, in una fosso perché la credevano morta. Bedoya, esempio di donna progressista, ha sofferto tutta questa violenza mentre seguiva il conflitto armato che affliggeva il suo Paese da decenni. Per questo lavoro le è stato riconosciuto il Premio Mondiale al Coraggio Giornalistico. Inoltre, è la portavoce della campagna “No es hora de callar”, grazie a cui ha aiutato molte donne vittime, come lei, di ogni tipo di violenza. Bedoya afferma: «Noi donne non possiamo restare in silenzio contro la violenza. Il mio corpo è segnato, ma questo mi nobilita; dietro di me ci sono molte donne che non hanno volto, ma per cui sto parlando in questo momento».

CarlotaONeill copiar

Carlota O’Neill (Madrid 1905 – Caracas 2000), scrittrice e giornalista spagnola. Moglie del capitano Virgilio Leret, giustiziato dopo essersi opposto all’insurrezione del 1936 a Melilla, da cui ebbe origine la Guerra Civile. Trascorse cinque anni in prigione e in seguito andò in esilio. Toccò tutti i generi letterari: poesia, biografia, romanzo, racconto, teatro e lavorò come giornalista in quotidiani, radio e televisione. Una mujer en la guerra de España è il libro con cui ha fatto conoscere al mondo le orribili condizioni e le vessazioni  subite dalle donne spagnole imprigionate durante la guerra.

amma

Amma (Kerala, 1953). Sri Mata Amritanandamayi Devi è conosciuta in tutto il mondo con il nome di Amma, o Madre, per il suo amore e la compassione disinteressata verso tutti gli esseri. Ha dedicato tutta la sua vita ad alleviare il dolore dei poveri e di tutti coloro che soffrono. Amma ispira, eleva e trasforma con il suo abbraccio fisico, la sua saggezza spirituale e attraverso la sua ONG: Embracing the World. Nella sua vita, Amma ha abbracciato e consolato oltre 32 milioni di persone.

maria stuarda

Maria Stuarda (Scozia, 1542-1587). Incoronata Regina di Scozia a soli sei anni, Maria Stuarda è uno dei personaggi più enigmatici e affascinanti del suo tempo. Alcuni la considerano una traditrice e complice dell’assassinio del suo secondo sposo, Lord Darnley. Altri, la reputano un’eroina coraggiosa e diviene una martire della Chiesa Cattolica, in seguito alla sua condanna a morte per decapitazione, pronunciata dalla regina Elisabetta I d’Inghilterra.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...